NUTRACEUTICA MICROBIOTA INTESTINALE

Probiotici per cani e gatti: a che punto siamo?

La somministrazione di probiotici può migliorare l'equilibrio del microbiota intestinale, sopprimere l'infiammazione, migliorare la funzione immunitaria e alleviare i disturbi intestinali di cani e gatti.

Pubblicato il
, diGiulia Pignataro

I probiotici sono stati introdotti nell’alimentazione degli animali da compagnia negli ultimi anni e le prove attuali suggeriscono i loro benefici nella promozione della salute e nella prevenzione delle malattie nei cani e nei gatti, anche se le ricerche in materia non sono approfondite rispetto a quelle condotte sugli esseri umani e sugli animali da reddito. 

Una review condotta nel 2023 condotta dall’Università di Beijing ripercorre i recenti progressi nell’uso dei probiotici nei cani e nei gatti per fornire nuovi spunti per l’ulteriore sviluppo e applicazione dei probiotici negli animali domestici. 

Sono stati isolati e caratterizzati diversi ceppi probiotici di origine canina e felina. La somministrazione di probiotici ha mostrato effetti positivi sulla salute dell’intestino e può alleviare alcune malattie e disturbi intestinali in cani e gatti, anche se i meccanismi sottostanti restano in gran parte irrisolti.

Gli studi sul cane…

I probiotici conferiscono benefici alla salute dei cani affetti da vari disturbi intestinali. Alcuni studi hanno dimostrato che i probiotici multistrato hanno migliorato la remissione clinica, soppresso l’infiammazione e aumentato la funzione della barriera epiteliale nei cani con diagnosi di IBD.

La somministrazione di probiotici contenenti ceppi di Lactobacillus e Bifidobacterium ha aumentato la diversità del microbiota fecale, migliorato la struttura del microbiota e regolato le vie funzionali microbiche nei cani con diarrea.

… e quelli sul gatto

Uno studio recente ha rilevato che ceppi di L. plantarum, L. rhamnosus, L. acidophilus e B. adolescentis isolati da vari biotopi di gatti sani hanno mostrato proprietà probiotiche in vitro, come l’attività adesiva e l’attività antimicrobica contro gli agenti causali di infezioni chirurgiche nei gatti

Un altro studio ha identificato diversi ceppi di L. reuteri, L. fermentum, E. faecium e Pediococcus pentosaceus dalle feci di cani e gatti, sebbene sia necessaria una conferma in vivo della sicurezza e dell’efficacia per un ulteriore utilizzo.

Inoltre la somministrazione di E. faecium SF68 ha ridotto il tasso di diarrea nei gatti da ricovero, ma non ha influenzato il tasso di diarrea dei cani da ricovero. L’integrazione alimentare con L. acidophilus DSM13241 ha aumentato il numero di Lactobacillus e L. acidophilus e diminuito il numero di Clostridium spp. e E. faecalis nelle feci di gatti adulti sani.

Stabilità dei probiotici

La stabilità è una delle preoccupazioni nell’applicazione dei probiotici. I probiotici come Lactobacillus, Bifidobacterium, A. muciniphila e F. prausnitzii sono sensibili a condizioni di stress come calore, ossigeno, pH, enzimi e sali biliari, che ne compromettono l’efficacia durante la lavorazione, lo stoccaggio, la distribuzione e il passaggio attraverso il GIT.

L’incapsulamento è emerso come una strategia efficace per migliorare la vitalità, la stabilità e l’efficacia dei probiotici.

Conclusioni

L’utilizzo di probiotici è una strategia efficace per migliorare la salute di cani e gatti. La somministrazione di probiotici può migliorare l’equilibrio del microbiota intestinale, sopprimere l’infiammazione, migliorare la funzione immunitaria e alleviare i disturbi intestinali di cani e gatti.

Una caratterizzazione più precisa del microbiota intestinale di cani e gatti in diverse condizioni di salute può facilitare la scoperta di nuovi probiotici da utilizzare negli animali domestici.

Reference

Yang, Q.; Wu, Z. Gut Probiotics and Health of Dogs and Cats: Benefits, Applications, and Underlying Mechanisms. Microorganisms 2023, 11, 2452. https://doi.org/10.3390/microorganisms11102452

Esplora i contenuti più recenti
02_02_2024_Enteropatia cronica nei cani effetti di simbiotico e IgY sul microbiota intestinale
Enteropatia cronica nei cani: effetti di simbiotico e IgY sul microbiota intestinale
30_01_2024_Diarrea nel gatto il chitosano migliora il microbiota e “spegne” l’infiammazione
Diarrea nel gatto: il chitosano migliora il microbiota e “spegne” l’infiammazione
26_01_2024_Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
Consulta altri contenuti su e
06_02_2024_Probiotici per cani e gatti a che punto siamo
Probiotici per cani e gatti: a che punto siamo?
02_02_2024_Enteropatia cronica nei cani effetti di simbiotico e IgY sul microbiota intestinale
Enteropatia cronica nei cani: effetti di simbiotico e IgY sul microbiota intestinale
30_01_2024_Diarrea nel gatto il chitosano migliora il microbiota e “spegne” l’infiammazione
Diarrea nel gatto: il chitosano migliora il microbiota e “spegne” l’infiammazione
26_01_2024_Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
Concentrato di proteine del riso come fonte amminoacidica per gatti adulti
23_01_2024_Malattia renale cronica del gatto nel metaboloma potenziali marker predittivi
Malattia renale cronica del gatto: nel metaboloma potenziali marker predittivi
19_01_2024_Sicurezza ed efficacia di Limosilactobacillus reuteri DSM 32264 come additivo per mangimi per gatti
Sicurezza ed efficacia di Limosilactobacillus reuteri DSM 32264 come additivo per mangimi per gatti
11_01_2024_Caratteristiche probiotiche del Lactobacillus reuteri
Caratteristiche probiotiche del Lactobacillus reuteri
11_01_2024_Rapporto ufficiale EFSA sull’efficacia di Lactobacillus reuteri DSM 32203 (NBF LANES) per cani
Rapporto ufficiale EFSA sull’efficacia di Lactobacillus reuteri DSM 32203 (NBF LANES) per cani