Alterazione lipidica nei cani con dermatite atopica

I lipidi giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento dell'integrità della barriera cutanea e nello sviluppo della dermatite atopica. È quanto dimostra uno studio su BBA-Biomembranes.

Pubblicato il
, diRedazione

Cani con dermatite atopica mostrano, analogamente all’uomo, un profilo lipidico alterato nelle zone interessate dalla patologia. Per esempio, è risultata ridotta l’espressione di acidi grassi liberi e di determinate sottoclassi di ceramidi. Sembrerebbe quindi confermato il ruolo dei lipidi nel mantenimento dell’integrità della barriera cutanea e, di conseguenza, nello sviluppo della dermatite atopica.

È quanto dimostra lo studio di Suttiwee Chermprapai e colleghi della Utrecht University (Olanda), di recente pubblicato su BBA- Biomembranes

La dermatite atopica (AD) è una patologia caratterizzata da una predisposizone genetica all’infiammazione cronica e da un forte prurito. La patogenesi nei cani non è tuttavia ancora del tutto nota. La disfunzione della barriera cutanea, in particolare dello strato corneo, potrebbe però agevolare la penetrazione di allergeni con conseguente attivazione immunitaria e infiammazione. Un’ulteriore alterazione del microbiota locale potrebbe poi aggravare il quadro clinico. 

Considerando la composizione dell’epidermide, la componente lipidica ha un ruolo chiave nella sua struttura e funzionalità.  Studi clinici su soggetti con AD hanno infatti mostrato una profonda alterazione qualitativa nel lipidoma delle zone interessate rispetto a controlli sani. Sulla base di questi risultati, i ricercatori hanno quindi voluto esaminare la componente lipidica nei cani sui cani. Per farlo, sono stati prelevati campioni di tessuto cutaneo ascellare e inguinale da cinque cani con AD e tre controlli sani. Di seguito i risultati ottenuti dopo l’estrazione lipidica e l’analisi attraverso raggi-X e spettrometria di massa:  

  • l’organizzazione lamellare dello strato corneo nel gruppo AD ha mostrato un’elevata variazione rispetto ai controlli
  • non è stata riscontrata nessuna differenza nell’abbondanza relativa di colesterolo e ceramidi totali tra i due gruppi. Di contro, nei cani con AD è stata registrata un’espressione significativamente inferiore di acidi grassi liberi (FFA) (9,6 ± 1,4% vs 13,9 ± 1,0%)
  • le sottoclassi di ceramidi CER[EOS], CER[NS/NdS] e CER[AS/NH] sono risultate nel complesso quelle predominanti. Tra questi, il rapporto tra i lipidi CER[NS] C44/C34 (ossia con 44 o 34 atomi di carboni) è però risultato diminuito nel gruppo AD. Nessuna differenza invece nel rapporto CER[NdS] C44/C34 tra i gruppi
  • il rapporto CER[NS] C44/C34 ha mostrato una relazione decrescente (non lineare) con la gravità della malattia indicata dal punteggio CADESI. In cani con AD di moderata gravità è stato infatti riscontrato un rapporto C44/C34 inferiore (5-25) rispetto ai controlli. Questo rapporto è risultato ancora minore negli esemplari più gravi (0-12).

Cani con dermatite atopica avrebbero quindi un profilo lipidico cutaneo alterato per struttura ed espressione. La gravità della malattia sembrerebbe poi correlata ai livelli di ceramidi con 34 atomi di carboni. Vista la ridotta dimensione campionaria sono tuttavia necessari ulteriori approfondimenti sul ruolo lipidico di questa malattia nei cani.

Esplora i contenuti più recenti
01_09_2023_Lactobacillus reuteri nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali
Lactobacillus reuteri nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali
29_08_2023_Antiossidanti in presenza di l’enterite da parvovirus
Antiossidanti in presenza di l’enterite da parvovirus
25_08_2023_Peso corporeo e fertilità nei cani, una relazione pericolosa
Peso corporeo e fertilità nei cani, una relazione pericolosa
Consulta altri contenuti su e
23_06_2023_Effetti della restrizione calorica su microbiota intestinale e stato infiammatorio nei cani
Effetti della restrizione calorica su microbiota intestinale e stato infiammatorio nei cani
11_04_2023_Enteropatia antibiotico-responsiva nel cane valutazione clinica e analisi del microbiota
Enteropatia antibiotico-responsiva nel cane: valutazione clinica e analisi del microbiota
07_04_2023_Disbiosi del microbioma vescicale felino in corso di insufficienza renale
Disbiosi del microbioma vescicale felino in corso di insufficienza renale
31_03_2023_Immunità adattativa indotta dal betaglucano nei cani
Immunità adattativa indotta dal betaglucano nei cani
28_03_2023_Dieta ricca di fibre nel cane con diarrea acuta
Dieta ricca di fibre nel cane con diarrea acuta
24_03_2023_Integrazione con L-lisina in gatti affetti da herpesvirus
Integrazione con L-lisina in gatti affetti da herpesvirus
03_03_2023_Esofagite post anestesia nel cane e nel gatto
Esofagite post anestesia nel cane e nel gatto
28_02_2023_Biomarcatori sierologici e uterini per la rilevazione dell'endometrite nelle fattrici
Biomarcatori sierologici e uterini per la rilevazione dell'endometrite nelle fattrici